Il Battistero di San Giovanni in Corte è uno degli edifici più evocativi e simbolici che compongono il cuore antico della città di Pistoia. L’intervento di restauro è stato essenzialmente rivolto al consolidamento e alla pulitura del rivestimento lapideo delle facciate. L’impegno si è dimostrato singolare per almeno tre ordini di problemi: la particolare tipologia architettonica, la policromia della redazione degli esterni e lo spettro complessivo dei tipi di degrado presente (microstrutturale, materico, biologico, sedimentale). E' stata effettuata una rilevazione analitca delle parti che costituiscono il basamento in pietra, le facce dell’ottagono la lanterna nelle sue diverse componenti, le coperture. Sono state condotte l'indagine e la quantificazione del degrado, le analisi petrografiche e chimiche dei campioni prelevati e l’indagine metallografica delle componenti specifiche. Questo intervento si è avvalso anche di tecnologie avanzate quali le puliture mediante applicazione di laser su elementi architettonici e scultorei.


DATI PROGETTO

Località: Pistoia
Committente: Ente Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia - Capitolo della Cattedrale di Pistoia
Incarico: Progetto definitivo, progetto esecutivo, direzione dei lavori
Data progetto: 1998
Data realizzazione: 1999-2000

Con: Giulia Cellie (Associata 2007-Giugno 2011), Francesco Gurrieri e Federico Gurrieri, Studio Arch. Alessandro Supressa, Studio Lombardini Engeneering ( consulenza progetto iluminotecnico), Studio Arch. Roberto Fedi (coord. sicurezza).

Impresa: M.I.D.A Srl di Pistoia

Crediti fotografici: A. Andreini e C. Chiavacci