Le case bifamiliari, progettate da Otto Rudolf Salvisberg (1888-1940), fanno parte della “Waldsiedlung Onkel-Toms-Hütte” che nasce sulla base del progetto urbanistico firmato da Bruno Taut su commissione della GEHAG. Rappresenta senza dubbio uno degli insediamenti più famosi della Germania degli anni 20. I sette lotti, realizzati tra il 1926 und 1932 sulla base di progetti di Bruno Taut, Hugo Häring, e O.R. Salvisberg compongono un insieme architettonico ed urbanistico particolare per la sua qualità architettonica e degli spazi liberi di riferimento progettati dal paesaggista Leberecht Migge. L’insediamento, edifici e spazi aperti, sono vincolati dalla Soprintendenza dei Beni Architettonici di Berlino.

Il progetto prevedeva, oltre al restauro e ripristino delle facciate e degli infissi con colorazioni e materiali identici all’originale, l’aggiunta di un piccolo vano all’esterno sul prospetto tergale. 

 

 

 

DATI PROGETTO

Località: Berlino
Committente: Privato
Incarico: Progetto preliminare e definitivo
Data progetto: 2013

Realizzazione: 2014

Progetto esecutivo e direzione lavori: Dipl. Ing Ada Kny